© 2018-19 L.U.P.A. | Libera Universit* sulla Persona in Armonia

SAN PIETRO IN VINCOLI ZONA TEATRO | via San Pietro in Vincoli 28, Torino

Tel: +39  3284540371 - + 39 3381728883

Email: info@libunilupa.it

L.U.P.A. è una realtà patrocinata dalla CITTÀ DI TORINO e dalla CIRCOSCRIZIONE 7

DARE STORIA ALLA VITA

percorso a cura di Anna Buonocore, Mauro Di Maio, Francesca Netto 

e il LabPerm di Domenico Castaldo

1/10

Foto di Isabella Quaranta dei percorsi degli anni 17-18 e 18-19

LUNEDì

+ 2 weekend

dall'11 NOVEMBRE 2019 
al 9 MARZO 2020
+ il 14 e 15 MARZO
+ il 21 e 22 MARZO 2020
*Apertura finale al pubblico:
22 MARZO 2020 ore 21

i LUNEDÌ dalle 20 alle 22

i WEEKEND dalle 15 alle 20

 

SAN PIETRO IN VINCOLI ZONA TEATRO

via San Pietro in Vincoli 28, Torino

Percorso autobiografico di scrittura e messa in scena, articolato in una serie di incontri con diversi formatori professionisti del settore, composto in tre sessioni.

  • PRIMA SESSIONE | Un Atelier di scrittura di sé
    Otto incontri condotti da Anna Buonocore

 

  • SECONDA SESSIONE | Dalla scrittura alla drammaturgia
    Quattro incontri condotti da Mauro Di Maio, attore autore di uno spettacolo autobiografico

     

  • TERZA SESSIONE | Dalla drammaturgia all’azione teatrale
    Quattro incontri condotti da Francesca Netto, attrice autrice di uno spettacolo autobiografico

     

  • QUARTA SESSIONE | Lavoro e presentazione finale del percorso al pubblico
    Due weekend guidati da Domenico Castaldo e il team del LabPerm

PRIMA SESSIONE | Un Atelier di scrittura di sè

Un Atelier di scrittura è una proposta rivolta alle persone che scelgono di dedicare del tempo a se stessi, all’interno di un gruppo di persone amanti della narrazione.
Nell’incontro con le memorie e nella condivisione di esse, si crea uno spazio accogliente, si costruiscono percorsi individuali con stimoli adatti a ritrovare i ricordi, si scrive e si legge ad alta voce, si crea la possibilità di accedere a una nuova visione di sé e di riconoscere, anche nei racconti altrui, parte del proprio essere umani.
Regola principale nella vita del gruppo è la sospensione del giudizio.
Scrive Duccio Demetrio “L’autobiografia è un viaggio formativo …un tornare a crescere per se stessi e per gli altri”.

L'Atelier di scrittura guidato da Anna Buonocore serve a scoprire il ruolo della memoria e quello della scrittura.
La prima ci aiuta a ricostruire chi siamo stati e che cosa abbiamo attraversato, la seconda consente di entrare dentro di sé con il tempo utile a dare corpo e materialità ai ricordi. Ritrovare il ruolo che si è svolto nei diversi ambiti di azione e di vita e che tuttora si svolge, rivisitare gli incontri con persone che hanno svolto un ruolo nella formazione di ciascuno, e far parlare i diversi io che siamo stati e tuttora siamo.
Nell’Atelier di scrittura si può riscoprire come si è stati protagonisti nel tempo che si è già vissuto e come si potrà continuare a esserlo nel futuro.

Questo percorso è dedicato a chi svolge lavori di cura: medici, infermieri, oss, assistenti sociali, insegnanti e a chi si occupa di persone in difficoltà. Ma è utile a tutti coloro che vogliono, per mera curiosità o per motivi legati alla fase di vita, far storia delle loro esperienze reincontrando se stessi e gli eventi del passato alla luce dell'oggi.


SECONDA e TERZA SESSIONE | Dalla scrittura all’azione teatrale

I partecipanti diventano attori delle memorie, ovvero oltre che renderle vivide attraverso la scrittura, le rivivranno attraverso azioni teatrali. Il lavoro individuale verrà sempre contenuto e sostenuto dal gruppo.

Il passaggio dalla fase di scrittura a quella di messa in azione avverrà progressivamente, con un’iniziale compresenza dei diversi formatori

Nei primi quattro incontri condotti da Mauro Di Maio avverrà una selezione dei testi prodotti dai partecipanti. Questi verranno ulteriormente indagati, approfonditi, e parallelamente accompagnati in un processo di trasformazione della scrittura da letteraria e diaristica a drammaturgica.

Il testimone passerà poi nelle mani di  Francesca Netto, che guiderà i partecipanti nell'incarnare questi testi, attraverso la creazione di azioni fisiche.

Entrambi i formatori di queste due fasi sono autori ed interpreti di un proprio spettacolo autobiografico. E’ pertanto prevista la visione dei due monologhi degli attori conduttori da parte dei partecipanti, come esempio concreto della possibilità di restituirsi e restituire la parola scritta in azione.

QUARTA SESSIONE | Lavoro e presentazione finale del percorso al pubblico

Il testimone arriverà infine nelle mani di Domenico Castaldo e degli attori del LabPerm, per gli ultimi due weekend di lavoro.

Attraverso l’arte della maieutica si lavorerà per portare alla luce la verità interiore, nell’intento di incarnare il materiale autobiografico esplorato nella precedente fase, realizzandolo in una struttura collettiva. Si abbatterà la distinzione tra io e noi, si sarà tutti al servizio di qualcosa di più grande, oltre noi.

Il lavoro si concluderà con una lezione aperta, una presentazione pubblica in cui le memorie e gli scritti verranno sublimati attraverso le azioni teatrali di ognuno dei partecipanti, in un clima di festa e condivisione.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now